Secondo la sentenza della Corte di Cassazione – Civile, Sez. Lav. nr. 14629, il datore di lavoro è responsabile dell’infortunio occorso al lavoratore. Il datore di lavoro è responsabile, sia quando ometta di adottare le idonee misure protettive, sia quando non accerti e vigili che di queste misure venga fatto effettivamente uso da parte del dipendente.
Non è attribuibile alcun effetto esimente all’eventuale concorso di colpa del lavoratore. La condotta del lavoratore può comportare all’esonero totale del datore di lavoro da ogni responsabilità solo
quando presenti i caratteri dell’abnormità e dell’imprevedibilità rispetto al procedimento lavorativo “tipico” e alle direttive ricevute, così da porsi come causa esclusiva dell’evento.

Articolo originario inizialmente pubblicato su www.servizisicurezzalavoro.it in data 3 Novembre 2016